PFP2 Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile. Manufatti scolpiti in legno. Arredi e strutture lignee. Manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti

OBIETTIVO DEL CORSO

L’obiettivo del corso a ciclo unico di durata quinquennale con valore di laurea magistrale è la formazione di una figura professionale in grado di: 
- le basi storiche, scientifiche e tecniche necessarie all'esercizio della professione di Restauratore di Beni Culturali;
- una solida preparazione pratica fondata sulle necessarie competenze e sulle abilità manuali;
- un elevato livello di autonomia professionale, decisionale ed operativa in ordine ai problemi di conservazione e restauro dei Beni Culturali;
- la capacità di partecipare secondo le proprie conoscenze e per la parte di competenza alla valutazione critica dei dati relativi alla tecnica e allo stato di conservazione del Bene Culturale interpretati alla luce delle conoscenze storiche e scientifiche per risolvere i problemi di prevenzione, di manutenzione e dell'intervento conservativo;
- la capacità di intervenire nelle situazioni di emergenza del patrimonio culturale attivando le opportune azioni nelle situazioni di catastrofe;
- la capacità di gestire gli interventi e lo staff di lavoro anche sotto il profilo giuridico ed economico;
- la competenza anche informatica utile alla gestione della documentazione relativa al Bene Culturale;
- la capacità di collaborare con le figure professionali specifiche del settore e di comunicare con chiarezza i risultati dell'attività svolta;
- la conoscenza dei principi deontologici e delle ragioni etiche che sottendono alle scelte operative;
- la consapevolezza degli orientamenti più aggiornati a scala internazionale in materia di restauro;
- la padronanza scritta e orale di almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre all'italiano.

ITER FORMATIVO METODOLOGIA

Il corso è articolato in cinque anni e segue i percorsi formativi professionalizzanti regolamentati dal D.I. n. 87/2009 e s.m.i.  
Gli esami previsti per il conseguimento del titolo sono fissati in numero di 28, pari a 300 crediti formativi.  
1 CF  corrisponde a 25 ore di impegno per studente così suddiviso:
- 1 CF di teoria pari a 8 ore di lezione frontale per le attività teorico-metodologiche e 17 ore di impegno individuale;
- 1 CF di pratica pari a 16 ore di esercitazioni per le attività teorico-metodologiche e 9 ore di impegno individuale;
- 1 CF  di tecniche del restauro pari a 25 ore di lezione per le attività tecnico-didattiche di conservazione e restauro su Beni Culturali (teoria + pratica + tirocinio + attività individuale).  
Le ore complessive di attività tecnico-didattiche di conservazione e restauro su Beni Culturali sono pari  a 3750 (50,00% dell’insegnamento complessivo) e corrispondenti a 150 CF, compresa la prova finale, da svolgersi presso  i laboratori di restauro degli Istituti Santa Paola, nei cantieri/scuola e tirocini.
Le ore complessive delle materie a carattere teorico- metodologico sono pari a 3750, corrispondenti a 150 CF.
Per ogni anno di corso i CF degli insegnamenti corrispondono a 60.
Le attività pratiche di laboratorio saranno accompagnate dal supporto di specifici insegnamenti teorici, dedicati ad approfondire alcune problematiche fondamentali, relative ad esempio alle tecniche di esecuzione dei manufatti, alle tecniche storiche del restauro, alla fenomenologia del deterioramento dei manufatti, ai metodi e materiali dei trattamenti conservativi e di restauro, alla tecnologia degli strumenti scientifici.

SBOCCHI PROFESSIONALI

Il Restauratore di Beni Culturali è abilitato a svolgere le seguenti funzioni:
- definire lo stato di conservazione anche attraverso sopralluoghi e analisi dell'opera e del suo contesto;
- mettere in atto azioni dirette e indirette per limitare i processi di degrado dei materiali costitutivi i beni e assicurarne la conservazione, salvaguardandone il valore culturale;
- svolgere attività di ricerca, documentazione e archiviazione, di supporto ai successivi processi di lavoro;
- analizzare i dati relativi ai materiali costitutivi, alla tecnica di esecuzione ed allo stato di conservazione dei beni e li interpreta;
- progettare e dirigere, per la parte di competenza, gli interventi; eseguire direttamente i trattamenti conservativi e di restauro;
- dirigere e coordinare gli altri operatori che svolgono attività complementari al restauro;
- svolgere attività di ricerca, sperimentazione e didattica nel campo della conservazione;
- controllare le condizioni fisiche e ambientali di reperti e opere d'arte.

Il Restauratore di Beni Culturali  può operare nei seguenti ambiti occupazionali:
- Laboratori ed imprese di restauro;
- Istituzioni del Ministero dei Beni e Attività Culturali preposti alla tutela dei Beni Culturali (Soprintendenze, musei, biblioteche, archivi, ecc.);
- Aziende ed organizzazioni professionali del settore;
- Istituzioni ed Enti di ricerca pubblici e privati operanti nel settore della conservazione e restauro dei Beni Culturali;
- Insegnamento per le classi di concorso LMR/02.

 

IL PIANO DEGLI STUDI
PFP2 - Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile. Manufatti scolpiti in legno. Arredi e strutture lignee. Manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti.

PFP 1

Anno di corso

Numero esami

Insegnamenti

 

Settore Scientifico Disciplinare

 

Crediti Formativi

 

 

 

 

1

1

Chimica generale e inorganica

CHIM/03

9

1

Disegno

ICAR/17

6

1

Informatica

INF/01

6

1

Archeologia classica

L-ANT/07

6

1

Storia dell'arte  medievale

L-ART/01

6

1

Mineralogia

GEO/06

6

1

Storia delle scienze e delle tecniche

M-STO/05

6

1

Discipline tecniche del restauro 

REST/01

15

8

TOTALE ANNUALE CF

 

60

 

 

 

 

2

1

Scienze e tecnologia dei materiali

ING-IND/22

6

1

Botanica ambientale e applicata 1

BIO/03

6

1

Storia dell'arte moderna

L-ART/02

6

1

Chimica dell'ambiente e dei BB.CC.

CHIM/12

9

1

Restauro

ICAR/19

9

1

Discipline tecniche del restauro 

REST/01

24

6

TOTALE ANNUALE CF

 

60

 

 

 

 

 

 

 

3

1

Fisica applicata ai BB.CC.

FIS/07

6

1

Botanica ambientale e applicata 2

BIO/03

6

1

Storia dell'arte contemporanea

L-ART/03

6

1

Sistemi di elaborazione delle informazioni

ING-INF/05

6

1

Discipline tecniche del restauro

REST/01

36

5

TOTALE ANNUALE CF

 

60

 

 

 

 

 

 

 

4

1

Fisica tecnica ambientale

ING-IND/11

6

1

Museologia e critica artistica e del restauro

L-ART/04

9

1

Storia dell'architettura

ICAR/18

6

1

Discipline tecniche del restauro

REST/01

39

4

TOTALE ANNUALE CF

 

60

 

 

 

 

 

 

 

 

5

1

Economia e gestione delle imprese

SECS-P/08

6

1

Diritto amministrativo

IUS/10

6

1

Materie affini e integrative: Inglese

 

6

1

Discipline tecniche del restauro

REST/01

24

1

A scelta dello studente

 

6

 

Prova finale

 

12

 

5

TOTALE ANNUALE CF

 

60

TOTALE

28

 

 

300