Tecnico del Restauro di Beni Culturali - Corso Triennale

 

Il Tecnico del restauro di Beni Culturali mobili e superfici decorate di beni architettonici, è la figura professionale che collabora con il restauratore eseguendo, con autonomia decisionale strettamente afferente alle proprie competenze tecniche, determinate azioni dirette e indirette per limitare i processi di degrado dei beni ed assicurarne la conservazione, operazioni di cui garantisce la corretta esecuzione secondo le indicazioni metodologiche ed operative, sotto la direzione ed il controllo diretto del restauratore.
Ha la responsabilità della cura dell’ambiente di lavoro e delle attrezzature, cura la preparazione dei materiali necessari per gli interventi, secondo le indicazioni metodologiche del restauratore.

Il titolo del tecnico del restauro dei Beni culturali  è abilitante alla professione come regolamentato dal D.M. Beni e attività culturali 26 maggio 2009 n. 86 e dal D.d.u.o.  Regione Lombardia n. 1228 del 15/2/2013.

Il titolo rilasciato secondo la L.R. 19/2007 ed il D.M. 86/2009 è anche valido nei Paesi del'Unione Europea in quanto rilasciato in conformità del SG Sistema Generale di riconoscimento, regolamentato con due direttive generali (89/48/CEE e 92/51/CEE), modificate dalla direttiva 2001/19/CE attuata dallo Stato italiano con Decreto Legislativo n. 277 dell’8 luglio 2003, art 1 lettera b.

Il corso si articola in un triennio formativo di complessive 3000 ore, cofinanziato da Regione Lombardia (albo delle scuole regionali di Eccellenza Formativa) per l’ottenimento del titolo di Tecnico del Restauro di Beni Culturali ( come da normativa vigente ).
Le lezioni si tengono da settembre/ottobre a giugno, con una media di 30 ore settimanali di lezione con frequenza obbligatoria (monte ore massimo di assenza : 25% del totale annuo di lezione ). Gli esami sono da sostenersi in corso d’anno con verifiche scritte strutturate a fine modulo; la somma dei voti dei singoli modula determina il voto finale, espresso in trentesimi e in 110/110 per la tesi finale.
E' prevista una tassa annuale comprensiva di tutti i testi per gli esami e dei materiali in uso nei laboratori e nei cantieri, pagabili in tre rate.
Il corso è a numero chiuso ma non è prevista una selezione (requisiti minimi richiesti: diploma di maturità e il non aver superato i 35 anni di età). Il criterio di ammissione è la presentazione di una domanda di preiscrizione, preferibilmente via mail, sull'apposito modulo presente sul sito, per l’inserimento nella graduatoria degli aventi diritto. Successivamente, se lo studente è ancora intenzionato, sarà ufficializzata l’iscrizione in settembre, fino ad esaurimento dei posti disponibili.